Continua la battaglia radicale per dare alla Lombardia una legge che regolamenti la Cannabis Terapeutica Tavoli: cambiano i luoghi ma non le date Legalizzare dentro e fuori dal Palazzo - Newsletter Radicali Milano 24/2016 Manlio Mele: perché la

Come sapete, il 28 gennaio 2016 abbiamo consegnato una proposta di legge regionale di iniziativa popolare per  la regolamentazione della Cannabis Terapeutica anche in Lombardia. Dopo l'incontro con il nuovo Presidente della Commissione Sanità Fabio Rolfi e l'appoggio del Vicepresidente del Consiglio Regionale Fabrizio Cecchetti durante il Seminario Radicale del 25 luglio scorso, abbiamo chiesto che la discussione della proposta popolare alla ripresa dei lavori del Consiglio. L'ordine del giorno proposto dal Movimento 5 Stelle, approvato per soli due voti a favore, e la nuova proposta presentata dal PD hanno contribuito non poco ad animare il dibattito. A seguire il botta e risposta dei comunicati stampa che, nel giro di pochi giorni, hanno visto la Cannabis, come si suol dire, sulla bocca di tutti e come sempre grazie ai Radicali.

Mercoledì, 06 Luglio 2016 09:53

Tavoli: cambiano i luoghi ma non le date

Tavoli: cambiano i luoghi ma non le date

Milano, 06 luglio 2016 

Cari Amici e Compagni, 

variano alcune postazioni dei tavoli di raccolta firme per la proposta di legge nazionale per la Cannabis Terapeutica, il referendum per richiedere lo spacchettamento del referendum costituzionale e la petizione "Scacciamoli". Stasera e domani passate in Colonne?
 
Segue l'elenco delle postazioni, varia il luogo ma non il giorno. 
Manlio Mele: perché la "questione ROM" deve essere di competenza del Welfare e non della Sicurezza.

Dei diritti dei ROM: i Radicali chiedono che la Competenza sia del Welfare e non dell'Assessore alla sicurezza.

ROM, RADICALI E CONSULTA A SALA: COMPETENZA A WELFARE, NO AD ASSESSORE SICUREZZA

"La passata gestione della questione Rom affidata all'assessore alla sicurezza ha peggiorato la condizione di Rom e Sinti di Milano, trattati come un'emergenza di sicurezza e non come minoranza da tutelare dalla discriminazione e da includere. Lo sradicamento delle comunità affidate a centri di emergenza senza prospettive di inserimento ha dissipato le risorse disponibili (5,6 milioni di euro), senza avviare alcun progetto di reale inclusione sociale. Per questa ragione i Radicali insieme con la Consulta Rom e Sinti di Milano, con la ReteRom di Milano (Amici di via Idro, Associazione ApertaMente, Associazione Upre Roma, Grt Italia, Opera Nomadi Milano), chiedono al nuovo sindaco, Beppe Sala, di affidare la gestione della questione Rom all'assessore alle politiche sociali (come è sempre stato) e non all'assessore alla sicurezza".

E' quanto si legge in una nota congiunta. "E' una questione preliminare fondamentale per impostare correttamente e positivamente l'attività dei prossimi cinque anni. La questione Rom - si legge - non è un problema di ordine pubblico, ma di inclusione sociale di una minoranza e di applicazione della Strategia nazionale approvata dal Governo italiano in base alla Comunicazione n.173/2011 della Commissione dell'Unione europea che impegna gli Stati membri all'elaborazione di strategie nazionali di inclusione dei Rom e all'adozione di misure di intervento nell'ambito delle politiche più generali di inclusione sociale per il miglioramento delle condizioni di vita di questa popolazione. Saremmo lieti -concludono - di poter incontrare il nuovo sindaco per avviare un confronto costruttivo su questo tema togliendolo dalla strumentalizzazione politica e dalle campagne d'odio"

Manlio Mele, Giunta di Segreteria dell'Associazione Enzo Tortora

Milano 24 giugno 2016 

Domenica, 03 Luglio 2016 10:50

Un lunedì speciale - Alert Radicali Milano

Un lunedì speciale - Alert Radicali Milano

Milano, 27 giugno 2016 

Domenica, 03 Luglio 2016 10:31

Pride - Newsletter Radicali Milano 23/2016

Pride - Newsletter Radicali Milano 23/2016

Milano, 25 giugno 2016 

Già che siamo in ballottaggio, bal-lottiamo! - Newsletter Radicali Milano 22/2016

Milano, 17 giugno 2016 

Cari Amici e Compagni, 

la campagna elettorale Radicale non si è fermata nell'ultima settimana, dopo la scelta di collegarci a Beppe Sala per il ballottaggio che si tiene domenica 19 dalle 7.00 alle 23.00. Ai seggi sarà ancora possibile votare per i Radicali: mettendo una croce sul nostro simbolo o sul nome di Beppe Sala.
 
La scelta, condivisa da Emma Bonino, si è basata su impegni concreti di Sala per iniziative che sono nostre da anni: la riapertura dei Navigli, da sottoporre a referendum vincolante; l’utilizzo di immobili commerciali sfitti e invenduti per case popolari senza consumo di suolo; il rafforzamento degli strumenti di partecipazione. I referendum sul modello svizzero (senza quorum e anche in materia fiscale), le anagrafi pubbliche degli eletti, delle partecipate e degli appalti.
 
Qui si può risentire la conferenza stampa che illustra questi obiettivi congiunti
Qui il dettaglio degli impegni per il Comune e i Municipi
 
Ieri infine abbiamo presentato nuove denunce su firme false e manifesti abusivi nel corso della campagna elettorale.

Nelle prossime ore si terranno le ultime iniziative di questa campagna. Quali? Continuate a leggere!
 
rosa
A Subito! - Newsletter Radicali Milano 20/2016

Milano, 24 Maggio 2016 

Giovedì, 19 Maggio 2016 13:55

Ciao Marco...

Ciao Marco...

Milano, 19 maggio 2016

Ora tocca a te! Tavoli, gazebo e materiale Radicale

Milano, 14 Maggio 2016 

Pagina 1 di 126

Newsletter

facebook  twitter

index  Instagram

 Youtube 100radicalmente nuova

  radioradicale-100 copymeetup-dot-com-e1315717415689

Ordina per
Ricerca Avanzata

 

milrad

 milanosimuove header small

 Schermata 2015-07-31 alle 01.35.32

logo testamento biologico lombardia-2 

test

 

Partito Radicale

 

era-logo-120px

200px-Radicali Italiani

 

anticlericale-logo-120px

luca coscioni logo

 

lia-logo-120px

rosa aret

logok

 

ntc-logo-120px

ncpsg-logo-120px

 

liste bonino-pannella

Login