Venerdì, 24 Marzo 2017 10:39

Cominciare la settimana in salute sessuale!

Milano, 24 marzo 2017

Cari Compagni e cari Amici,

a poche ore da due importanti appuntamenti che ci vedranno coinvolti in due città d'Italia, Milano per l'Assemblea degli Iscritti dei Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito e Roma per la "Marcia per l'Europa" per il 60esimo anniversario dei Trattati di Roma, ecco il riepilogo della settimana e dei prossimi appuntamenti.

rosa

Più salute sessuale per tutti!

Lunedì 27 marzo, a partire dalle 21:00, terremo una riunione aperta del gruppo di lavoro "Salute sessuale e riproduttiva", recentemente costituitosi per portare avanti alcuni punti di mozione votata all'ultimo congresso dell'Associazione Radicale Enzo Tortora.

I temi su cui il gruppo intende o ha già cominciato ad impostare iniziative sono al momento:

- applicazione della Legge sull'Interruzione volontaria di gravidanza (L. 194/1978) sul territorio lombardo;
- contraccezione (in particolare quella di emergenza);
- educazione ed informazione sessuale nelle scuole (inclusi sportelli "anti-gender" et similia);
- malattie sessualmente trasmissibili;
- prostituzione.

Il gruppo è aperto e accoglie volentieri chiunque voglia portare contenuti, idee, arricchire il dibattito, offrire bassa manovalanza, ma anche chi è solo interessato ai nostri temi come osservatore esterno e addirittura pure chi ha come unico obiettivo fare della polemica. Insomma siete tutte e tutti benvenuti. Vi basterà venire alla riunione oppure scriverci a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , segnalando la vostra disponibiltà. 

Lunedì cominciamo a trattare le prime due sotto-aree (applicazione della L.194/98 e prevenzione delle infezioni da HIV) con una formula che ci sembra al momento più consona: abbiamo invitato due specialisti che ci porteranno la propria esperienza, risponderanno alle nostre domande, discuteranno con noi e ci forniranno materiale per mettere in piedi le basi per le più appropriate iniziative politiche.

Alessandro Soria - medico Infettivologo, lavora presso l'ambulatorio HIV dell'Unità Operativa di Malattie Infettive dell'Ospedale San Gerardo di Monza - affronteremo il tema dei nuovi farmaci per la profilassi pre-esposizione all'HIV, la loro diffusione e alcune esperienze di iniziative che all'estero stanno mostrando risultati promettenti.

Giorgio Gottardi - medico Ginecologo non-obiettore (ha sempre effettuato Ivg in territorio lombardo) - ci aiuterà a dipingere un quadro sull'applicazione della L.194 nella nostra regione, con lui discuteremo delle nostre proposte di miglioramento dei servizi territoriali (ospedalieri e non solo) che si occupano o DOVREBBERO occuparsi di aborto e sua prevenzione.

Il miglior modo per seguire la serata è esserci, ma se proprio non riuscite potrete seguire la diretta a questo link e comunicare le richieste di intervento inviando un messaggio al +39 3337927942. 

Evento Facebook a questo link.

rosa

Maroni renda pubblica e trasparente la selezione dell'Amministratore di Infrastrutture Lombarde. L'esercizio Radicale del "dirittio di sapere" rende pubbici i curricula dei candidati.

Abbiamo ricevuto dalla Regione Lombardia, attraverso il diritto di accesso generalizzatola lista e i relativi Curriculum Vitae dei candidati alla nomina di Amministratore Unico di Infrastrutture Lombarde Spa, per la quale è attualmente in corso la selezione da parte di Regione Lombardia.

Il profilo e il CV dei candidati non sono stati resi noti dall’azionista - Regione Lombardia. Possono tuttavia essere consultati da oggi sul sito dedicato alla campagna “Liquidiamo Infrastrutture Lombarde”, lanciata dai Radicali e sostenuta da personalità del mondo liberale - tra gli altri, Alessandro De Nicola, Alberto MingardiFranco DebenedettiCarlo Alberto Carnevale MafféFranco D’Alfonso.

Sono state presentate nove candidature, una sola delle quali, quella di Valerio Federico di Radicali Italiani, avanzata pubblicamente su proposta di Marco Cappato e con la sottoscrizione di 100 cittadini lombardi con un obiettivo politico chiaro e pubblico: liquidare la società.

Le altre otto candidature all’amministrazione di Infrastrutture Lombarde Spa - partecipata di Regione Lombardia - sono state avanzate da consiglieri Pedrazzini (Pdl) e Capelli (Pdl) e dagli Assessori Sorte (Pdl), Aprea (Pdl). I candidati sono:

Giuliano Capetti  

Andrea Gilardoni    

Franco Lombardi     

Gianluca Maglio   

Adriano Musitelli  

Luca Novara  

Fabio Massimo Saldini

Gaetano Antonino Salonia  

 Chiediamo:

Che il Governatore Maroni si esprima sulla proposta avanzata dal candidato Valerio Federico per la liquidazione della partecipata. La società Infrastrutture Lombarde Spa non ha ragione economica di esistere, non procura benefici ai cittadini lombardi, va contro il mercato e nega una governance pubblica fondata su regole, controllo, trasparenza: questa la tesi Radicale. Cosa ne pensa Maroni?

- Che la Regione Lombardia renda pubblico e trasparente il processo di selezione, pubblicando sul sito istituzionale, con adeguata evidenza, l’elenco delle candidature, i relativi proponenti e i CV dei candidati, motivandone di conseguenza la selezione.

I candidati propongano a loro volta, pubblicamente, la ragione della propria candidatura, anche per allontanare il sospetto che questa ragione risieda in mere alchimie di potere locale, come i profili lascerebbero sospettare.

Articolo su Affari Italiani

rosa

Un anno senza Garanti del Comune di Milano. 

Ieri, ad un anno dall'annuncio delle dimissioni dei Garanti del Comune di Milano, l'Associazione Enzo Tortora ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio Comunale, Lamberto Bertolè, e a tutti i Capigruppo, segnalando la perpetrata assenza dell'organo preposto alla tutela dei diritti di partecipazione dei cittadini attraverso gli strumenti di iniziativa popolare. Il 22 marzo 2016, l'annuncio delle dimissioni di due dei tre Garanti ha comportato l'inizio di una vacatio istituzionale, lasciando, inoltre, pendenti i giudizi di ammissibilità sui quattro referendum MilanoSìMuove che da un anno attendono, insieme alle firme di mille milanesi, i pareri dal Collegio. 

 Al Presidente del Consiglio Comunale di Milano, Lamberto Bertolè

Alla C.A. dei Capigruppo del Consiglio Comunale

Egr. Presidente,

da un anno esatto, in manifesta violazione dello Statuto del Comune di Milano, ai cittadini milanesi è negato il diritto di proporre iniziative popolari, data l'assenza del Collegio dei Garanti.

Ci rivogliamo con fiducia a Lei, che è Presidente del Consiglio comunale in carica da nove mesi, affinché eserciti il Suo potere e la Sua responsabilità per sanare questa condizione di vacatio istituzionale, ponendo così termine a una manifesta e reiterata violazione dei diritti di cittadinanza.

Esattamente il 6 aprile 2016, infatti, si è sciolto il collegio dei Garanti del Comune di Milano, l'organismo previsto dall'art. 21 dello Statuto a tutela dei diritti di partecipazione dei cittadini attraverso gli strumenti di iniziativa popolare. Il compito di nominare il collegio dei Garanti spetta al Consiglio comunale che tuttavia ad oggi, nonostante il vuoto istituzionale che permane da 12 mesi e i giudizi di ammissibilità pendenti attivati in conformità dello Statuto, non ha ancora provveduto ad adempiere ai propri obblighi istituzionali.

Le chiediamo quindi, Presidente, che sin dalla prima seduta utile venga iscritta l'elezione del Collegio dei Garanti all'ordine del giorno del Consiglio comunale, e chiediamo che la votazione sia iscritta all'ordine del giorno come votazione "a oltranza", cioè da protrarsi sino ad elezione avvenuta, in modo da impedire che la ricerca degli indispensabili accordi politici sia protratta in tempi tali da aggravare il vulnus istituzionale in corso.

Ci rendiamo perfettamente conto che anche i Gruppi politici svolgano una funzione importante nella valutazione dei candidati e nella ricerca della necessaria maggioranza qualificata, ed è per questo che, contestualmente, chiediamo ai Capigruppo consiliari di collaborare per una rapida intesa. Ci permettiamo però di farLe presente come tale esigenza e funzione non possa in alcun caso prevalere sull'obbligo istituzionale di restituire ai cittadini milanesi il diritto di partecipare, secondo Statuto, alla vita democratica della città.

Le chiediamo perciò, Egregio Presidente, di fare tutto quanto in Suo potere per interrompere la violazione in corso dello Statuto.

Ringraziando anticipatamente per la Sua disponibilità. 

rosa

Approfondimento fa rima con Autofinanziamento: Giulia Innocenzi a Milano presenta "Tritacarne". 

Cosa accade negli allevamenti e nei macelli del nostro Paese? In un'inchiesta sull'industria italiana della carne e dei formaggi dell'eccellenza "Made in Italy", Giulia Innocenzi affianca animalisti, veterinari e allevatori per svelare un mondo oscuro in cui gli animali sopravvivono a malapena in spazi microscopici, sporchi, senz'aria; costretti a vere e proprie torture, malati e imbottiti di antibiotici che finiscono sulle nostre tavole.

Associazione Enzo Tortora Radicali Milano promuove una serata con Giulia Innocenzi per saperne di più su un'inchiesta a vantaggio della consapevolezza dei consumatori, per un momento di confronto sul tema allevamenti e consumo di carni in Italia.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, POSTI LIMITATI! - contributo di cortesia di 5€ che include uno sconto di 2€ sul libro Tritacarne in caso di acquisto nel corso della serata
PER PRENOTARE scrivi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  specificando nome, cognome, indirizzo email, sarà richiesto il versamento anticipato del contributo.

PROGRAMMA DELLA SERATA
18.00 - apertura porte, i possessori della prenotazione web potranno ritirare la loro copia scontata del libro:
19:00 - l'autrice presenta il libro "Trita carne"
19:30 - l'autrice risponde alle domande del pubblico
20:30 - momento autografi e relax
21:00 - chiusura dell'evento 

rosa

Dopo le iniziative popolari, Regione Lombardia riesce a bloccare persino i nuovi LEA.  

Dichiarazione di Filomena Gallo, Segretario dell'Associazione Luca Coscioni, e Barbara Bonvicini, Segretario di Radicali Milano

Associazione Luca Coscioni/Radicali Milano: 

il blocco sulla PMA eterologa in Lombardia è ingiustificato. 

La Regione smetta di discriminare i cittadini.

Milano, 23 marzo 2017

Con riferimento alla decisione di Palazzo Lombardia di prendere ancora tempo sull’eterologa, in attesa dei decreti del Ministero con le tariffe, nonostante la recente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), che prevede le tecniche di PMA tra le nuove prestazioni garantite, Filomena Gallo (ALC) e Barbara Bonvicini ((Radicali Milano) dichiarano: “Certo che la regione Lombardia quando si tratta di libertà porta la maglia nera di un primato singolare: una regione che vede una sanità che attrae pazienti dal resto di Italia, ma che vuole negare l'applicazione della fecondazione assistita con gameti esterni, la cosiddetta fecondazione eterologa”.

Dopo un primo tentativo di blocco con una delibera che poneva totalmente a carico dei pazienti in trattamento nel pubblico la tecnica, alcune coppie con l'assistenza degli avvocati Clara e Ammirati hanno impugnato la delibera, e oggi l'eterologa è applicata nel pubblico con un ticket stabilito tramite il recepimento dell'atto della Conferenza delle regioni del 4 settembre 2014. “Il pretesto di aspettare le tariffe dal Ministero visti i nuovi LEA, è un tentativo subdolo di creare nuovi deterrenti all'applicazione di una tecnica di PMA che la politica tende a disconoscere, perché non si è mai rassegnata che il divieto è stato rimosso. Appoggeremo le coppie che con l'avv. Clara vorranno ritornare nei tribunali”. 

“E' arrivato il momento di dire basta alle discriminazioni in base alle patologie nell'ambito della sanità e di garantire ai cittadini la libertà di scelta del percorso sanitario da intraprendere evitando discriminazioni che non possono e non devo esserci – proseguono Gallo e Bonvicini - Non è giustificabile l'inerzia della Lombardia che, al contempo, si permette persino di violare i termini previsti dalla legge per la discussione di due proposte di iniziativa popolare, promosse dall'Associazione Luca Coscioni e da Radicali Milano, che chiedono la regolamentazione della Cannabis Terapeutica e l'istituzione di un Registro Regionale dei Biotestamenti, firmate da oltre 15.000 lombardi. 

Su Fecondazione Eterologa, Farmaci Cannabinoidi e Disposizioni Anticipate di Trattamento la scusa è sempre la stessa: manca una direttiva Nazionale. Sembra che la Giunta di Maroni abbia perso l'indole federalista, anche su un potere d'autonomia, tanto importante quanto rivendicato, come quello della Sanità Regionale.

rosa

Ci troviamo tutti i lunedi sera dalle 21:00, presso la sede di via Sebastiano Del Piombo 11 (M1 Lotto, AmendolaM5 Lotto, Tre Torri, Portello): tutte le indicazioni per raggiungerci a questo link. Per rimanere sempre aggiornati sulle attività dell'Associazione, Vi ricordiamo di consultare il sitoin particolare la sezione appuntamentie Vi invitiamo a diventare nostri follower su TwitterInstagram, Facebook e a iscrivervi al nostro canale Youtube.

L'Associazione Enzo Tortora – Radicali Milano

rosa aret

facebook

twitter

  Youtube 100

   

 

 Iscriviti all'Associazione Enzo Tortora - Radicali Milano

 30 € per un anno di diritti, informazione, battaglie civili!

 1

Questa è una mail generata automaticamente: se rispondi direttamente, la tua mail non potrà essere visualizzata. 

Se vuoi comunicare con noi, scrivi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per non ricevere più questa Newsletter: { Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. }

 

www.altpartecipate.it è online 

 

tape edges 

120 cittadini hanno proposto la candidatura di Valerio Federico per arrivare alla liquidazione di Infrastrutture Lombarde insieme a Franco Debenedetti, Benedetto Della Vedova, Adriano Teso, ai parlamentari lombardi Orellana e Catalano, ai professori Guiso e Carnevale Maffè e molte altre personalità. 

Si può continuare a sostenere online la candidatura di Valerio Federico 

firmando il modulo a questo link.

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 24 Marzo 2017 10:43

Newsletter

facebook  twitter

index  Instagram

 Youtube 100radicalmente nuova

  radioradicale-100 copymeetup-dot-com-e1315717415689

Ordina per
Ricerca Avanzata

 

milrad

 milanosimuove header small

 Schermata 2015-07-31 alle 01.35.32

logo testamento biologico lombardia-2 

 

 

Partito Radicale

 

era-logo-120px

200px-Radicali Italiani

 

anticlericale-logo-120px

luca coscioni logo

 

lia-logo-120px

rosa aret

logok

 

ntc-logo-120px

ncpsg-logo-120px

 

liste bonino-pannella